Design della comunicazione audiovisiva

Un approccio strategico per la "televisione debole"

Francesca Piredda
21.00 €
18.90 € PER I SOCI AIAP
Contattaci Servizio sospeso fino al 24 agosto 2022

Descrizione

Il saggio raccoglie una serie di riflessioni sulla convergenza dei media digitali. Si concentra sul modello televisivo e sulle implicazioni del concetto di Web 2.0 rispetto al futuro del broadcasting, comprese quelle relative allo sviluppo di una “televisione partecipata”. L’attenzione al ruolo del pubblico-utente deriva dalla cultura del progetto, così come i molti riferimenti alla filosofia del design e alla semiotica. In questo senso, viene proposto un modello di costruzione di valore e di sviluppo di innovazione per il settore della comunicazione audiovisiva e multimediale, attento agli aspetti socio-culturali, oltre che economici.
L’attenzione a una poetica progettuale affronta il tema della dimensione politica della comunicazione e, con riferimento al concetto di “quotidiano”, definisce il ruolo del design per una comunicazione sostenibile e partecipata.
Il sistema della comunicazione audiovisiva vede convergere l’industria culturale, produttiva e dell’intrattenimento rispetto a modelli di business e strategie di marketing. Viene dunque proposta una “costellazione del valore” del mercato audiovisivo, che mette in relazione attori e filiere tradizionalmente separate. Vengono, inoltre, presentati alcuni casi studio, a livello nazionale e internazionale, paradigmatici di una tendenza alla costruzione di sistemi integrati di comunicazione audiovisiva, che coinvolgono diversi attori e settori.
In tale contesto, viene proposto il concetto originale di “televisione debole” come sistema di comunicazione audiovisiva che si colloca tra personalizzazione e partecipazione, tra il modello del database e il modello del palinsesto.
Il testo definisce, quindi, il contributo del design della comunicazione per il sistema delle nuove televisioni.

Editore
Franco Angeli

Data uscita
2008

Isbn
9788846498694