Il workshop della durata di 9 ore si svolgerà nell’arco di tre settimane. L’obiettivo è quello di introdurre alle potenzialità del segno calligrafico all’interno del progetto grafico e delle prassi che ne permettono l’utilizzo per output digitali e stampa.

18, 25 giugno e 2 luglio 2021
Orario: 15-18
Partecipanti: min 8 / max 15
Dove: online (piattaforma Zoom)

Tariffe
Prezzo al socio: € 200,00
Prezzo al non socio: € 250,00 + iva 22%
Prezzo socio studente: € 160,00
Prezzo al non socio studente: € 200,00 + iva 22%

*I soci AIAP sono fuori campo iva

Iscrizioni
Mandare una email a: aiap@aiap.it

Non soci
(iva inclusa)
250 €
Non soci studenti
(iva inclusa)
200 €
Soci AIAP
(fuori campo iva)
200 €
Soci studenti AIAP
(fuori campo iva)
160 €
15 Posti disponibili

Programma

PRIMO GIORNO
Calligrafia, comunicazione visiva e contesto contemporaneo, introduzione. 
Esercizi propedeutici per sciogliere la mano e capire le peculiarità dello strumento
Principi dello strumento e sua influenza nella struttura dell’alfabeto minuscolo (italico) 

Intervallo di 1 settimana (dove verranno inviate le esercitazioni al docente per revisione)

SECONDO GIORNO
Revisione di gruppo delle esercitazioni svolte
Studio del maiuscolo
Brief di progetto finale: elaborazione di un monogramma e/o un logotipo con lo stile studiato. Rifinitura con matita e carta da lucido. Tips and tricks per la scansione.

Intervallo di 1 settimana (dove verranno inviate le proposte al docente per revisione)


TERZO GIORNO

Gallery di case history.
Digitalizzazione vettoriale e raster: Tips and tricks per elaborazione delle lettere realizzate a mano. Verranno utilizzati i software Adobe.
Indicazioni per la finalizzazione dei progetti.

Requisiti

Conoscenza base di Photoshop, Illustrator e InDesign

Strumenti richiesti

  • Computer con software Adobe 
  • Brush pen Aqua-brush duo Lyra di colore nero, almeno 2/3 per ogni pomeriggio di corso, perché le punte si consumano facilmente (in alternativa potete acquistare i Tombow dual brush)
  • Un blocco di carta Favini Schizza e strappa (formato A3 oppure A4, a seconda dello spazio che avete a disposizione per lavorare): consiglio questo tipo di carta, particolarmente leggera, permette di intravedere bene la falsariga. In alternativa va bene anche il blocco “Traccia” della Fabriano
  • Una matita HB, un righello (circa 30 cm) e una gomma
  • Penna nera a punta fine (es: Sakura Pigma Micron oppure Staedtler Pigment liner, o simili) misura 0,3 o 0,5

    Per l’acquisto dei materiali calligrafici suggerisco il sito www.calligraphystore.it

Chiara Riva

Chiara Riva è una calligrafa che nel 2012 frequenta un corso di “Alta formazione in Type design” presso il Politecnico di Milano: qui il primo incontro ravvicinato con le lettere, la cui storia e composizione la affascinano a tal punto da farla viaggiare per l’Italia per portare avanti i suoi studi. A partire dal 2016 è ospite di diversi festival (Inchiostro Festival, Torino Graphic Days, Outdoor Festival, Lockdown Letterhead) e i suoi lavori appaiono in riviste specializzate (Alphabet Magazine e Letter Arts Review) e pubblicazioni come Speedball Textbook (25th Edition). Parallelamente viene invitata a tenere workshop di calligrafia per ACI Associazione Calligrafica Italiana, Tipoteca, Torino Graphic Days e Associazione Barbedor (a Parigi). Recenti collaborazioni comprendono: Editori Laterza, Handwritmic, Studio Vertigo, RUFA, Intorno design, Associazione Calligrafica Italiana e Fabriano Boutique. Nel 2019 pubblica il suo libro “Il senso della linea” (UXUniversity), e nel 2020 collabora come co-autrice al “Manuale di Calligrafia” (Lazy Dog Press).


Diventa socio AIAP

Promuovere la professione del progettista grafico, aiutarne lo sviluppo, tutelarne la qualità e il riconoscimento: alcuni dei motivi per diventare socio AIAP.