Notizie

cerca

Call for Papers PG 32 | ultimi giorni

Ricordiamo agli interessati che tra pochi giorni scadrà il termine per inviare proposte di collaborazione per il prossimo numero della rivista Progetto grafico.

Le proposte di articoli devono essere inviate tramite questo form:
http://tinyurl.com/PG-proposte
Si possono presentare articoli già elaborati; proposte di pezzi ancora da scrivere; sinossi di tesi di laurea di particolare valore critico o innovativo.
Le proposte di collaborazione possono riguardare:
• articoli da inserirsi all’interno delle sezioni monografiche proposte
• articoli liberi per la sezione “fuori tema”
• proposte per possibili temi monografici futuri.


 

Progetto grafico 32
a cura di Serena Brovelli, Claude Marzotto, Silvia Sfligiotti
Qui, altrove
Traduzioni, migrazioni, contaminazioni.

Qui e altrove sono posizioni correlative, che si definiscono a vicenda per indicare un orientamento nello spazio e nel tempo. La differenza tra i due poli genera un campo di
esperienza attraversato da spostamenti e oscillazioni.
In questo numero di «Progetto grafico» ci proponiamo di indagare le diverse modalità in cui la relazione tra un qui e un altrove – di volta in volta punto di partenza e destinazione, fonte e rielaborazione, lingua madre e straniera… – si dispiega all’interno della comunicazione visiva, alimentando processi di trasposizione a livello di forme e contenuti, codici, stili, media e contesti. L’indagine riguarda sia i processi intenzionali sia quelli spontanei, caratterizzati da lost in translation e contaminazione.
La traduzione è una metafora ricorrente per descrivere l’attività del graphic designer. A questo ambito possiamo ricondurre una lunga storia di sperimentazione tipografica (resa sinestetica del parlato nella scrittura) e infografica («traduzione visiva» di informazioni complesse per una loro maggiore accessibilità), ma anche ricerche ed esperienze specifiche nel campo della notazione per le scienze e le arti (dalla musica alla matematica, dalla coreografia alla ricerca medicale...).
Sul piano della forma, la storia del graphic design è attraversata da processi di migrazione degli stili, sia nel tempo – revival e anacronismi – sia sul piano geografico, da un luogo all’altro o piuttosto da una dimensione locale a quella globale e viceversa: pensiamo per esempio alla linea che va dalla grafica svizzera all’International Style, fino alle sue declinazioni locali. La proliferazione di immaginari, sottoculture e generi visivi sul web accelera e moltiplica questi processi, nei quali si intrecciano imitazione estetica e appropriazione critica.
Traduzioni, migrazioni, contaminazioni: in questo numero vorremmo raccogliere contributi (articoli, saggi visivi, interviste, ricerche storiche, design fiction...) che esplorino fenomeni di spostamento in relazione con un’alterità – temporale, spaziale o linguistica –, all’interno o sui confini della comunicazione visiva.

Uscita: autunno 2017
Chiusura invio proposte: 15 febbraio 2017


( 9 feb 2017 )


 

apri

 

links:



Aiap
via Ponchielli, 3
20129 Milano

29 giugno 2017

Cerca:


AIAP facebook page AIAP youtube channel