Notizie

cerca

MADE IN ITALY a Segovia

Inaugura venerdì 11 dicembre nel Palacio Quintanar di Segovia, in Spagna, la mostra “Made in Italy”, una collezione di più di 150 lavori di designer italiani degli anni 50, 60 e 70: manifesti, cataloghi, libri, agende, pagine pubblicitarie, logotipi, elementi di packaging e altri documenti originali, tutti provenienti dall’Archivio del CDPG, Centro di Documentazione sul Progetto Grafico di Aiap.

Palacio Quintanar, centro di innovazione, cultura e design della regione Castilla e León, organizza l’esposizione "Made in Italy" nell’ambito del progetto espositivo “A la Sombra del Árbol”, quest’anno alla sua quinta edizione, a cura dell’Assessorato regionale alla Cultura e Turismo.

L’esposizione ripercorre tre decenni di arte e design della comunicazione visiva attraverso la storia dei designer e delle aziende più illuminate.
In mostra opere di: Franco Bassi, Mimmo Castellano, Giulio Confalonieri, Silvio Coppola, Mario Dagrada, Salvatore Gregorietti, Franco Grignani, Max Huber, Giancarlo Iliprandi, Alfredo Mastellaro, Ilio Negri, Bob Noorda, Michele Provinciali, Franco Maria Ricci, Pino Tovaglia, Massimo Vignelli, Heinz Waibl.

Progettare immagini uniche per comunicare idee e nuovi prodotti è stata la grande intuizione del "Made in Italy", che si sviluppò nell’ambito economico-aziendale dell’Italia del secondo dopoguerra. Un fenomeno che proiettò all’estero l’immagine di un paese con una vitalità e uno spirito imprenditoriale fuori dal comune.

La mostra non pretende di rappresentare la totalità della produzione grafica italiana di quei decenni, ma ne mostra una sintesi che suggerisce nuove linee di indagine storica. In esposizione i lavori di famosi designer della comunicazione visiva, ma anche di altri professionisti meno conosciuti che pure ebbero un ruolo di rilievo nella nascita di quel fenomeno economico e sociale.

In esposizione si potranno ammirare le composizioni pop disegnate da Franco Maria Ricci per la ditta Scic, le potenti icone multicolori di Giancarlo Iliprandi per Arflex, i bizzarri annunci di Michele Provinciali, le vibranti composizioni di Mimmo Castellano per i sistemi di illuminazione di Guzzini, i manifesti di Franco Grignani per Alfieri & Lacroix o le copertine di Mario Dagrada per Rizzoli.

I protagonisti di questa stagione erano personalità eclettiche, che prestarono le proprie competenze a vari settori della produzione industriale e culturale e contribuirono a diffondere una cultura visuale coerente con lo spirito dell’epoca, caratterizzata dall’incontro tra creatività e perizia, inventiva e conoscenze pratiche.


 

Palacio Quintanar

Palacio Quintanar è un centro culturale multidisciplinare della regione spagnola di Castilla e León inaugurato nel marzo 2011 con l’obiettivo di diventare un centro di riferimento per la diffusione della cultura del design grafico e di creare uno spazio di dialogo in cui professionisti, aziende, studenti e pubblico possano interagire e scambiarsi competenze ed esperienze creative.

Palacio Quintanar si occupa di arte, design, architettura, creazioni audiovisive e fotografia, attraverso un’ampia programmazione di mostre, corsi, laboratori, tavole rotonde e conferenze.


 

'Made in Italy'

Palacio Quintanar
Calle San Agustín, Segovia, Spagna
info@palacioquintanar.com

Conferenza stampa:
venerdì 11 dicembre, ore 12.00
alla presenza di Mar Sancho Sanz (direttrice del settore Politiche Culturali dell’Assessorato alla Cultura della regione Castilla y León), Laura Pugno (direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura), Cinzia Ferrara (presidente Aiap Associazione italiana design della comunicazione visiva)

Inaugurazione:
venerdì 11 dicembre, ore 12.30

Conferenza:
venerdì 11 dicembre, ore 18.30
Inteverranno: Cinzia Ferrara (presidente Aiap, Associazione italiana design della comunicazione visiva) e Manuel Estrada (presidente della Fondazione DI_MAD di Madrid).

L’esposizione rimarrà aperta dall’11 dicembre 2015 al 28 febbraio 2016.

 

 


(11 dic 2015 )


 

apri

apri

apri

apri

Heinz Waibl, Lambretta Club d’Italia, 1959

apri

Giulio Confalonieri e Ilio Negri, Cassina, 1959-60

apri

Franco Maria Ricci, Scic, 1964-67

apri

Giancarlo Iliprandi, Arflex, 1970

 

links:



Aiap
via Ponchielli, 3
20129 Milano

19 novembre 2017

Cerca:


AIAP facebook page AIAP youtube channel