Utilità

Il designer e le royalties

[...] Le Royalties non sono limitate all'applicazione nel campo del design industriale, sono anche il metodo di rimunerazione per progettisti grafici, scrittori, artisti, compositori, musicisti, progettatori di software, ecc., come per gli inventori.
Per il designer, il significato ampio di royalties è rapportato ad un pagamento, di solito ad intervalli regolari ed in rapporto ad un numero di articoli prodotti e/o venduti, per cui il designer è l'originatore ed il proprietario o della proprietà intellettuale o di quella industriale. In alcuni contratti, questo concetto viene esteso ad un design ancora da prodursi. Pertanto la royalty è la forma di compenso in virtù della quale l'opera del designer è retribuita sulla base di una percentuale sul fatturato annuo relativo al prodotto, fatta salva una cifra fissa d'incarico a fondo perduto. Ci vuole un diritto o un contratto per poter rivendicare una royalty. La natura della proprietà immateriale oggetto del contratto del royalty deve essere definita, poiché ogni tipo di proprietà è soggetto ad una durata diversa di protezione (dai 5 ai 15 anni per il Disegno Registrato, 20 anni per un brevetto e a 50 o 70 anni dopo la morte dell'autore nel caso dei diritti d'Autore). Il tipo influenza la durata del periodo del diritto alla royalty. Una decisione della Corte Europea di Giustizia in Lussemburgo stabilisce che non si può rivendicare una royalty dopo la scadenza della vita di un brevetto... (continua)


download:



Aiap
via Ponchielli, 3
20129 Milano

25 aprile 2017

Cerca:


AIAP facebook page AIAP youtube channel