InfoAiap

D - Regolamento nazionale per il rinnovo delle cariche sociali - Procedure e modalità elettive


17.1 Convocazione di Assemblea e Commissione elettorale
Convocazione di Assemblea e Commissione elettorale
Quattro mesi prima dello svolgimento dell’Assemblea nazionale Ordinaria recante all’ordine del giorno il rinnovo delle cariche associative, viene inviato a ciascuna Delegazione regionale ed a ogni socio, insieme alla comunicazione della data dell’Assemblea nazionale, il modello per la raccolta delle candidature e viene comunicata la composizione della Commissione elettorale nazionale, nel numero di tre membri.
La Commissione elettorale viene nominata tra gli associati di Milano, per ragioni di vicinanza alla sede nazionale presso la quale verranno effettuate numerose operazioni preliminari di voto: raccolta delle candidature, firma delle schede, raccolta e verbalizzazione delle buste contenenti la votazione.
Non possono far parte della Commissione elettorale soci che ricoprano cariche istituzionali, che abbiano presentato una propria proposta di candidatura o abbiano incarichi dal parte dell’Associazione ad esclusione della Commissione Professionale.
Le sedute della Commissione sono valide anche con la presenza di un solo membro. Ogni operazione di controllo e di registrazione da parte della Commissione elettorale viene verbalizzata su un apposito registro presso la sede nazionale dell’Aiap.

17.2 Modalità di candidatura e programmi
Ogni associato può presentare la propria candidatura alla Delegazione regionale di appartenenza e per conoscenza all’Aiap nazionale oppure, ove non esista Delegazione regionale, direttamente all’Aiap nazionale.
Il candidato deve accompagnare la candidatura con:
– due firme di altri soci;
– un programma di cui una sintesi contenuta in un massimo di due cartelle, eventualmente accompagnata da un programma più articolato;
– specificare se intende candidarsi alla carica di Presidente e/o di membro del Consiglio Direttivo e presentare programmi distinti e redatti ad hoc.
Nel caso in cui il socio candidato a ricoprire la carica di Presidente, e membro del Consiglio Direttivo, venga eletto contemporaneamente nelle due cariche, automaticamente decade come membro del Consiglio Direttivo. In qual caso per la costituzione del Consiglio vale la regola del primo dei non eletti come da art. 19.3 dello Statuto.
È data la possibilità di creare delle candidature di gruppo che andranno validate avendo:
– per ognuno dei soci candidati, la firma di altri due soci non presenti nel gruppo che si presenta coeso;
– un programma di cui una sintesi contenuta in un massimo di due cartelle, eventualmente accompagnata da
un programma più articolato;
– un curriculum professionale per ogni candidato.
In ogni caso permane la regola dell’elezione ad personam.
Le candidature, insieme ai programmi e alle firme di accompagnamento, dovranno essere spedite all’Aiap nazionale entro 30 giorni dalla data indicata sul modello per la raccolta delle candidature.

17.3 Elenco nazionale dei candidati
La Commissione elettorale nazionale, raccolte le candidature e verificata la regolarità di ognuna di esse, invierà a tutti gli associati l’elenco alfabetico definitivo delle candidature ammesse, insieme ai programmi.
L’invio dovrà avvenire entro e non oltre 60 giorni dalla data indicata sul modello per la raccolta delle candidature.

17.4 Procedure per la votazione in assemblea nazionale
Assieme all’elenco alfabetico dei candidati e ai programmi verranno spedite ai soci le schede per la votazione siglate da uno dei membri della Commissione elettorale nazionale.
Nel plico verranno trasmesse due buste di diverso colore:
(a) senza contrassegni
(b) con l’indirizzo della Commissione elettorale presso la sede nazionale Aiap e recante lo spazio per l’indicazione del mittente.
17.4.1 Coloro che saranno impossibilitati ad intervenire all’Assemblea nazionale, o a delegare un altro associato, voteranno per corrispondenza, includendo la scheda nella busta (a) che, debitamente sigillata, sarà inclusa nella busta (b) che, compilata nello spazio del mittente, verrà spedita per posta, possibilmente per raccomandata.
Saranno considerate valide le schede pervenute tre giorni prima della data dell’Assemblea nazionale.
17.4.2 Le buste (b) verranno raccolte e verbalizzate dalla Commissione elettorale in ordine di data di ricevimento e attribuendo ad ogni busta un numero progressivo di protocollo.
17.4.3 Saranno ammesse allo scrutinio, che si svolgerà in Assemblea nazionale, le buste verbalizzate dalla Commissione elettorale oppure presentate dal partecipante delegato. Ogni delegato non potrà recare più di una busta oppure una scheda di votazione.
17.4.4 In sede di Assemblea nazionale, gli scrutatori eletti procederanno ad individuare lo scrutinatore che farà anche da Segretario verbalizzante per l’occasione. Di seguito procederanno all’apertura delle buste (b), consegnate dalla Commissione elettorale e, verificata la regolarità della busta (a) (numerazione e firma di un membro del Comitato elettorale) la apriranno estraendo la scheda di votazione e procedendo successivamente alle operazioni di spoglio.
Le schede e il verbale saranno consegnate all’Assemblea e al Presidente di Assemblea che ne darà lettura.
Per quanto non previsto da questo Regolamento valgono le norme dello Statuto nazionale dell’Associazione.




Aiap
via Ponchielli, 3
20129 Milano

29 marzo 2017

Cerca:


AIAP facebook page AIAP youtube channel